Guida alla scelta dei caricabatterie wireless: tutti i prodotti, info generali, potenza, materiali, prezzi e marche

Tutti coloro che posseggono uno smartphone, l’Iphone o un tablet vorrebbero una batteria che durasse più a lungo, che non si scaricasse facilmente, nonostante l’uso, spesso e volentieri, smodato. Sicuramente, cercare di limitarne l’uso, solo per necessità reali, è importante per far sì che la batteria possa durare più a lungo ma, nella maggior parte dei casi, per esigenze legate al lavoro, allo studio o a questioni personali, come rimanere in contatto con persone che si trovano a chilometri di distanza, ci si ritrova, inevitabilmente, a trascorrere svariate ore davanti allo schermo di questi device, sia in casa che fuori casa.

Il caricabatterie, il quale serve a ricaricare la batteria ogni volta che si scarica, è quindi un accessorio indispensabile, dalle dimensioni davvero ridotte ed è consigliabile portarlo sempre con sé, soprattutto a lavoro, dove ci sono prese di corrente a cui poterlo collegare. È possibile ricaricarlo anche in auto.

Vantaggi del caricabatterie wireless

Come molti di voi già sapranno, per ricaricare la batteria non ci sono solo caricabatterie tradizionali ma anche modelli di tipo wireless, che sono indubbiamente una soluzione molto pratica e comoda per non avere cavi in giro, sulla scrivania, sul tavolo o altrove. Tale dispositivo, infatti, consente di porre lo smartphone sopra di esso (o anche di avvicinarlo) e di attendere che venga ricaricato correttamente, senza dover collegare il cavo nell’estremità e nella presa della corrente. È dotato di sistema di spegnimento automatico e di LED, attraverso cui si può monitorare lo stato del caricamento.

Come funziona un caricabatterie wireless? Tecnologia Qi

Che differenza intercorre tra la modalità di ricarica tradizionale, con cavo e quella wireless? Questa è una domanda che suscita molta curiosità. Il meccanismo che consente a questi dispositivi di svolgere la propria funzione è piuttosto semplice da comprendere. Il processo di caricamento è basato sulla tecnologia Qi e sul principio dell’induzione elettromagnetica (o legge di Faraday). Il trasmettitore, ovvero il caricabatterie e il ricevitore, il dispositivo da ricaricare, sono entrambi dotati di bobine, le quali inviano e ricevono tra di loro un segnale. Vi è, dunque, un passaggio di energia di tipo induttivo, che rende possibile la fase di caricamento.

Poiché non tutti gli smartphone e tablet sono abilitati alla tecnologia Qi, è necessario verificarne sempre la compatibilità.

Tipi di caricabatterie wireless

Quanti caricabatterie wireless esistono in commercio? Ecco i modelli che si possono acquistare, a seconda delle esigenze:

  • stand
  • pad
  • dock station
  • caricabatterie power bank wireless

Di seguito, vedremo, nello specifico, quali sono le caratteristiche di ogni tipologia appena indicata.

Caricabatterie wireless stand e pad

I caricabatterie wireless stand sono di forma rettangolare e fungono anche da supporto, poiché il dispositivo viene posizionato in verticale, con il display sempre ben visibile, per dare un’occhiata. La carica che forniscono è molto precisa. Quelli pad, invece, sono tondi, compatti, piatti e lo smartphone viene poggiato sopra. In tal caso, bisogna prestare un po’ di attenzione in più quando si posiziona il device, affinché non si verifichino problemi durante la fase di caricamento, causati da eventuali urti con altri oggetti o da un’accidentale caduta.

Caratteristiche della dock station

Tante persone posseggono due smartphone, un tablet o più dispositivi, quali l’Apple watch e le Air Poids. In tal caso, acquistare una dock station si rivela una soluzione ottimale, poiché essa consente di ricaricarli contemporaneamente, in un’unica soluzione, ottimizzando i tempi. Le dock station sono, infatti, pratiche e utilissime e hanno un design semplice. Sono, in genere, rettangolari e permettono di posizionare i dispositivi da ricaricare in verticale, in maniera ordinata e con lo schermo ben visibile. Alcune di esse sono dei veri e propri organizer, dalla forma elegante, che risultano anche piacevoli da vedere quando vengono posizionati sulla scrivania.
È possibile trovare e acquistare anche caricabatterie multipli – quindi non più a doppia ricarica – grazie ai quali si possono ricaricare tre o più dispositivi.

Caricabatterie power bank wireless

Un altro accessorio molto gettonato è il power bank, che viene utilizzato quando ci si trova in giro per ricaricare la batteria in maniera immediata. È economico, di forma rettangolare, piccolissimo, di vari colori e non affatto ingombrante. Esiste anche quello wireless, con il quale si può dire addio al cavetto. Lo smartphone si appoggia semplicemente sopra e si ricarica. È tascabile o si può riporre nello zaino e nella borsa, pertanto comodo da portare con sé. Nessun peso aggiuntivo e fastidio.

Potenza e materiali di composizione

Per quanto riguarda la potenza e la velocità di caricamento, tali caricabatterie hanno una potenza standard di 5W ma possono arrivare anche a 10W o 15W. Rispetto ai classici caricabatterie con cavo, sono un po’ più lenti e non tutti assicurano una carica al 100%. Ogni modello, poi, ha le sue caratteristiche specifiche.
I materiali di composizione sono la plastica, l’alluminio e il metallo, per la base e alcune parti. Inoltre i bordi sono di silicone e consentono di avere una maggiore aderenza.
Ci sono anche caricabatterie eco-friendly, promotori della sostenibilità e realizzati con legno di bambù, tondi o rettangolari.

Quanto costa un caricabatterie wireless? Fasce di prezzo

A differenza di altri device elettronici che risultano troppo costosi, tutti possono acquistare un caricabatterie wireless, perché ce ne sono per ogni budget. Le fasce di prezzo, infatti, variano: ci sono prodotti super low cost, per cui si spendono pochi euro, altri economici dai cinque euro in su, altri di fascia media, i cui prezzi partono dai dieci/venti euro e, infine, quelli costosi che superano anche gli ottanta euro.
Chiunque desideri acquistarne uno, può recarsi nei negozi specializzati nella vendita di articoli per la telefonia o fare una ricerca sul web, per acquistare on-line, da casa e confrontare i prezzi e le caratteristiche tecniche di ogni singolo prodotto proposto.

È bene specificare che i caricabatterie wireless non sono dannosi per la salute perché emettono una piccolissima quantità di radiazioni. La batteria non si danneggia e, volendo, lo smartphone può essere ricaricato anche senza togliere la cover protettiva (solo se ha delle parti di metallo, bisogna necessariamente rimuoverla). Di notte, però, è molto meglio prediligere il caricabatterie tradizionale.

La scrittura, per me, è nettare di vita, è la mia più grande passione e miglior forma di espressione. Amo inventare storie per bambini, scrivere racconti che trattano svariati temi, mettere per iscritto pensieri di ogni tipo. Ho collaborato con due testate giornalistiche on-line. Sono coautrice del libro “Amiche per la fiaba. Dieci storie per un sorriso”. Mi piace cimentarmi in ogni nuovo progetto che riguardi la scrittura, un’arma creativa, che ha uno straordinario potere terapeutico.

Back to top
menu
caricabatteriewireless.it