Come scegliere un caricabatterie wireless in base alla tipologia di ricarica: consigli utili e guira ai prodotti

C’è poco da aggiungere: il futuro della telefonia mobile è wireless. E dopo l’arrivo di magnifici auricolari bluetooth interamente senza fili, è arrivato anche il tempo di ricaricare gli smartphone wireless. Il  criterio di ricarica è quello utilizzato per molto tempo solo su Android, ma che con l’arrivo dei vari modelli di iPhone è entrato a far parte anche del mondo Apple, muovendo i produttori a conseguire tantissimi caricabatterie wireless Qi.

Il concetto sul quale si fonda la ricarica wireless Qi è molto facile.

Qualsiasi smartphone compatibile con questa caratteristica tecnologia, potrà essere ricaricato facilmente.  Basterà appoggiarlo su un adeguato accessorio e senza il bisogno di connetterlo ad alcun cavo. Comprensibilmente, il caricatore wireless dovrà essere congiunto all’alimentatore e lo smartphone dovrà essere collocato con precisione.

E proprio perché ormai la gamma dei caricatori senza fili è diventata molto estesa, abbiamo pensato di rastrellare i migliori caricatori senza fili in commercio, dispositivi che tra l’altro sono piuttosto convenienti ed hanno un prezzo molto somigliante a quelli venduti con il filo.

Ma prima di proseguire alla guida all’acquisto, è importante comprendere bene quali siano i fattori da prendere in analisi per valutarne le peculiarità tecniche e (soprattutto) la compatibilità con il proprio smartphone. Quindi, avanziamo con ordine.

Come scegliere il migliore caricabatterie wireless

Nonostante fino a qualche anno fa ci fossero due classificazioni di ricarica wireless, ormai questa tecnologia si è massificata e nel mercato praticamente tutti i dispositivi di questa tipologie vengono costruiti utilizzando lo standard Qi, ossia quello che sfrutta la ricarica elettromagnetica induttiva.

La tecnologia qi è un tipo di ricarica wireless che permette di mantenere un telefono cellulare carico senza connetterlo ad un cavo e neppure ad una micro USB.

Mentre prima la tecnologia qi era rivolta a pochi produttori, oggi giorno è disponibile per la maggior parte dei modelli di smartphone sul mercato e quindi sia per gli Android che per i modelli iOs.

Compatibilità

La ricarica wireless Qi, ossia quella divenuta ormai uno standard, è una tecnologia molto più sicura perché richiede che i dispositivi siano a contatto diretto e rimuove totalmente i rischi elettrici. E proprio perché è farsi uno standard, si può adoperare un unico caricabatterie wireless per riapprovvigionare l’iPhone oppure tutti gli altri smartphone Android.

In sostanza, non ci sono incertezze di compatibilità ed i caricabatterie wireless Qi possono essere valutati come una sorta di caricabatterie universali. Questo vale sia per iPhone che per Android, purché gli smartphone in proprio uso siano dotati di questo sistema di ricarica.

Meglio ricarica wireless o con il cavo?

Questa è una preferenza che dipende solo dalle particolari necessità. Nonostante siano più moderni, più confortevoli ed eliminino interamente i cavi di ricarica, i caricabatterie wireless potrebbero non essere adatti a tutti i fruitori.

Se si ha bisogno di una ricarica veloce è necessario comperare un modello compatibile (ed è necessario che sia compatibile anche lo smartphone).

Si può collocare unicamente un dispositivo alla volta e, mentre si ricarica, risulta più difficile utilizzare lo smartphone. D’altra parte però, togliere i cavi è una cosa praticissima e questa tecnologia può essere comodamente integrata anche in altri elementi d’arredo, come lampade o addirittura tavoli.

Come funziona la ricarica wireless

Sostanzialmente, la base di ricarica senza fili è sempre arrestata, e si attiva unicamente quando ci si appoggia uno smartphone compatibile. Attraverso il magnetismo, questi congegni creano delle vibrazioni che, a loro volta, danno forza  ad un campo elettromagnetico tra i cavi di rame della basetta e i cavi di rame dello smartphone. Questo avvolgimento di rame è congiunto alla batteria, alla quale tramanda così energia.

I diversi tipi di ricarica wireless

Nonostante sia più confortevole rispetto a quella tradizionale, la ricarica wireless è fondamentalmente più lenta rispetto a quella con il cavo. Ogni caricatore wireless è in grado di somministrare almeno 5W di potenza, mentre i caricatori USB più elevati arrivano addirittura a 45 W.

Oggi però è pensabile trovare, sul mercato, caricabatterie wireless favoriti da tecnologia di ricarica rapida, che possono anche oltrepassare i 20W di potenza, ma che per operare al meglio devono essere compatibili con gli smartphone che si vuole riapprovvigionare.

Per questo, prima di comperare un caricabatterie wireless, è importante controllare della tipologia di ricarica wireless con la quale è compatibile il proprio smartphone.

I migliori caricabatterie wireless Qi

Una volta assodati i fattori da tenere in esame e il principio di funzionamento alla base dei caricabatterie wireless, continuiamo con la nostra guida all’acquisto. Anche se per il momento la ricarica wireless è più fiacca della ricarica via filo, ci sono tanti luoghi in cui caricare il telefono senza fili può essere proprio valido.

Dove acquistare un buon caricabatterie wireless

Conviene rivolgersi a esercizi di elettronica specializzati, oppure recarsi nei grandi store del compartimento elettronico. Affidarsi a soluzioni come Amazon è una buona idea per non restare delusi godendo delle recensioni e dei pareri dei clienti che hanno già comperato il prodotto.

Back to top
menu
caricabatteriewireless.it